La Befana 2007


14° edizione

5 gennaio 2007


Vincitrice


BEFANATA FEROVIARIA

La Befana per quest'anno
è vorsuta beni' 'n treno,
per 'un prendesi un malanno
svolassando ner sereno.

"Oh Befana, Befanina,
lascia sta' la lettorina,
sulla scopa 'un sarà cardo
ma armen 'un è in ritardo!"

Eì partito a Minucciano
e già ferma 'nd' uno spiazzo,
"Mamma mia come va piano,
'un siamo ancòra a Gramolazzo!"

" O Befana, Befanina,
già la notte s'avvicina,
vieni, vieni vieni in fretta
che qua a Lucca ti s'aspetta!"

Alla stassion di Casternovo
montin su un fottio di genti,
ora è pieno come un ovo
e son già le dieci e venti.

" Befanin cor fassoletto,
com'è caro anco 'r biglietto,
per venì di Garfagnana
hai venduto la sottana!"

Arrivati a Gallicano
co' ssedili tutti lerci
"Ma com'è che 'un ripartiamo?"
"Eh...! Bisogna aspetta'  'r merci".

" Oh Befana, Befanina,
come mai un sei vicina,
qui a Lucca ti s'aspetta,
vieni, vieni, vieni in fretta !"

 

" Or com'è che si va piano,
che sia l'urtima fermata?
No! E' ancor Pontamoriano
mamma mia son disperata!"

" Oh Befana, Befanina,
tra un popo' è già mattina,
vieni, vieni, vieni in fretta
che qui a Lucca ti si aspetta!"

Alla Fin s'è addormentata
con in man una ciabatta,
ma Lucca ormai è passata
è arivata a ... Ripafratta.

" Oh Befana, Befanetta,
scendi, scendi, scendi in fretta,
piglia la granata in mano,
'un andare ner pisano!"

"Oh ragassi, oh bamboretti,
aspettate, arivo, volo,
vedo già i vvostri tetti,
sono già sopra Montuolo!"

"Oh Befana, Befanetta
vieni, vieni, vieni in fretta
piglia su la tu' granata,
corri a Lucca di volata!"

Fa un giro in sulle Mura
e ppo' scende ner Fillungo,
"Un abbiate più paura
...ir viaggio era un po' lungo..."

"Oh Befana, ne' camini
solo carze co' ddorcini,
chè quest'anno ir carbone
l'hai a portallo alla stassione! "

 

di Matteo Giusti
Musica di Elio Antichi
 
 

MENZIONI

 

La Befana a Lucca drento 2007

 " perchè, nonostante i gravi problemi della cruda realtà d'oggi, ci invita ancora a credere nel sogno della Befana portatrice di amore..."

 

Il core batte a mille
nella fredda e buia notte
volan ner camin le magiche faville
pensolan da chiodi le carse mesze rotte.

Sveglia voglio stà
sentì quando è arivata
e nell'occhi poi guardà
'sta vecchia malandata.

E' un anno che l'aspetto
e 'sta vorta c'è 'ntranello:
ho attacco 'nfilo dall' albero ar cassetto
e se ci passa la becco sur più bello !

Ma ir tempo è prepotente
ir sonno m'è casc' addosso
i sogni colorino la mente
ir corpo gliè pesante a più non posso.

Ma tutt'antratto sento 'nbotto!!!
Marszo dal letto, giù di volata
corro ner buio....POM!! 'Na ciabattata!!!

Sento dù urli in meszo alla stansa,
mi sgrano l'occhi ma la testa mi ronsa;
veggo 'n cucina dove  'r filo aveo lego
che per davero varcuno cio' frego!

Tra 'ffili annodati chi c'è ita a casca'?!
La veggo là stesa con in mano varcosa
che delusion, è proprio mì mà!

Forse anco lè ni facea la posta,
penso che 'n faccia un l'abbi mai vista...
Chissà come ride la Befana beffarda,
c'ha messo ner sacco, ma io son testarda!

Un' artranno la chiappo, gliè 'na promessa:
chè un si creda due vorte di fammi fessa!

 
di Debora Orsi di Lucca
 

 

La mì Befana

" perchè, pur nel solco delle tradizioni, crea un clima di incertezza nella palpitante attesa.. "

 

Ho sognato questa notte
che quei bimbi sfortunati
maltrattati e presi a botte
d'ora in poi saranno amati!

rit. L'avverarsi dei miei sogni,
può sembrare cosa strana...
è il regalo che quest'anno
mi ha promesso la Befana !

Dove tanti rivoltosi
credon solo nelle guerre
nei miei sogni più gioiosi
crescon fiori nelle serre...

rit. L'avverarsi...........

Vedo in sogno gli affamati
invitati ad un banchetto,
mentre tutti gli sfrattati
son coperti con un tetto.

rit. L'avverarsi...........

E sognando son guariti
gli ammalati in tutto il mondo.
Tutti popoli riuniti
in un grande girotondo...

rit. L'avverarsi...........

Quanti sono i desideri
che volete realizzare?
La Befana volentieri
vi potrebbe accontentare ...

Perchè questa Epifanìa
porti Amore in tutto il mondo
per la Pace , l'armonia
ed il viver più giocondo...

Per quest'anno, domandate
in regalo per cambiare:
Sogni nuovi alla Befana
e mettetevi a sognare...

di Carina Cherubini Orsetti di Pisa
 

 

La vera storia della Befana ( forse )

" perchè rievoca poeticamente il viaggio dei Magi alla ricerca del Bambino, accostandolo a quello della Befana che porta doni ai bimbi di oggi.."

 

I Re magi sul cammello
son partiti per un viaggio,
stan cercando il Bambinello
per portargli il loro omaggio.

Sanno ch' egli è il Re Divino,
come indica la stella
e domandano il cammino
a una curva vecchiarella.

Ma neppure lei lo sa
e non vuole andar con loro,
scuse avanza per l'età
e ritorna al suo lavoro.

Ma dov'è il Bambin Gesù ?
dentro gli occhi , dentro il cuore
d'ogni bimbo. Forse tu
sei lo specchio del Signore?

E i Re Magi sul cammello
inseguendo la cometa
troveranno il Bambinello
giungeranno alla lor meta.

E la vecchia? S'è  pentita.
Così chiude il suo portone,
di bei doni si è imbottita ,
la sua scopa è il suo bastone.

Cerca, cerca senza posa,
chè non sa qual'è il Bambino,
quindi dona qualche cosa
a chiunque sia piccinino.

  Ma dov'è il Bambin Gesù ?
dentro gli occhi , dentro il cuore
d'ogni bimbo. Forse tu
sei lo specchio del Signore?

Con la veste rattoppata,
vecchia e curva sempre più,
con la scopa spelacchiata
sta cercando ancor Gesù.

Se di notte in pieno inverno
senti qualche rumorino,
sta in silenzio, zitto e fermo,
sta passando pel camino.

Nella calza se sei buono ,
rispettoso ed ubbidiente
lascerà certo un bel dono
e ai cattivi proprio niente

Ma dov'è il Bambin Gesù ?
dentro gli occhi , dentro il cuore
d'ogni bimbo. Forse tu
sei lo specchio del Signore?

di Elena Zucchini di Genova

 


Altre edizioni: 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005